aprile 2006

a. XII, n. 2  [65]

 

 

Berchidda ospita i ragazzi francesi

 

di Giuseppe Sini

 

torna a

 APRILE 2006

Un programma intenso e diversificato ha caratterizzato la settimana dedicata al gemellaggio tra i ragazzi della scuola media di Berchidda e i coetanei del college di La Tour D’Aigues.

I rapporti tra i due istituti sono andati rafforzandosi nel tempo. In seguito allo scambio delle delegazioni comunali tra le due municipalità, furono i ragazzi di Berchidda ad ospitare due anni fa una delegazione di ragazzi francesi, accompagnati dai rispettivi docenti. Lo scorso anno una rappresentanza di ragazzi berchiddesi furono ospitati dalle famiglie francesi e d ebbero modo di stringere rapporti di amicizia durante una settimana di visite al territorio, di incontri sportivi e di attività didattiche. Quest’anno l’iniziativa si è ripetuta con gli stessi ragazzi provenzali che hanno ricambiato la visita ai ragazzi berchiddesi.

Il programma, fitto di appuntamenti, ha compreso la visita del paese con passaggi presso il Museo del vino, la Nuova Casearia, la cooperativa vitivinicola. In queste occasioni sono state illustrate ai visitatori particolarità, caratteristiche, elementi distintivi, sistemi produttivi delle aziende visitate.

In giornate diverse sono stati programmati viaggi in Costa Smeralda (Porto Cervo, Porto Rotondo) e ad Alghero e Bosa.

Infine da ricordare la visita al demanio forestale. Grazie alla disponibilità dei responsabili delle strutture e del personale i ragazzi hanno trascorso una intera giornata in montagna e hanno visitato alcuni degli angoli più caratteristici del nostro polmone verde.

Un momento molto aggregante per ragazzi e genitori è stata la festicciola organizzata nei locali di Francesco Nieddu. I genitori si sono prodigati per assicurare ai ragazzi un soggiorno piacevole, divertente.

Gli ultimi due giorni sono stati dedicati allo svolgimento di tornei sportivi, canti, esibizioni varie dei ragazzi delle due comunità scolastiche.

Prima della partenza, alla presenza del sindaco Bastianino Sannitu, i docenti e alcuni dei ragazzi provenzali, nel ricevere le medaglie ricordo, hanno ringraziato scuola e famiglie per la calorosa accoglienza ricevuta. Questa esperienza costituisce momento di crescita, di amicizia e di fraternità tra le due comunità scolastiche e, oltre a rafforzare e potenziare l’aspetto comunicativo, favorisce l'ampliamento degli orizzonti culturali e l'educazione ad una moderna dimensione europea.